In piena emergenza covid-19, con le librerie chiuse per decreto e le case editrici in grande difficoltà, è entrata in vigore il 25 marzo 2020 la nuova legge sulla lettura, in particolare per la novità relativa al limite di sconto consentito, che scende al 5%.

Tra le novità introdotte, oltre alla limitazione agli sconti, che vale anche per l’ecommerce, l’introduzione del “patto per la lettura” (anche a livello locale), l’introduzione delle “capitali italiane del libro”, le iniziative nelle scuole e la “carta della cultura”: certo, resta da valutare la quantità, al momento limitata, di risorse economiche a disposizione.

Dopo l’approvazione alla Camera del 16 luglio 2019, il 5 febbraio 2020 la legge è passata al Senato (dove è stata approvata all’unanimità). Nonostante la richiesta di un rinvio, causa corona virus, da parte dell’Associazione Italiana Editori, la legge è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale.

Il disegno di Legge in versione integrale (pdf)